venerdì 14 settembre 2012

IMMAGINA IL GESTO, IL SALUTO FRESCO




Immagina il gesto,
il saluto fresco di bucato
sopra i nostri vestiti.
Immagina lo sguardo
intenso e commosso,
la lacrima timida.
Immagina il labbro inferiore
succoso frutto da mordere
che si offre ai tuoi denti
ed ancora immagina
unire il bottone del ritorno
all'asola dell'attesa
e cadere storditi
tra le braccia ed il sole
della paglia e del fieno.

Micol


ESSERE D(')ISTANTI







Si chiudono mute le feritoie sulla latitanza
egemonia di una distanza
e libertà negata alla fuga.
Un disegno dissipato nell'effimero risvolto
di un gioco esperto di specchi
noi riflessi d'istanti ritratti distanti.

Micol



PUGNALI A COLAZIONE




La musica si tolse le scarpe di vernice e scalza scivolò via.
Micol







RAMI





Rami cullati dal vento io guardo.
Ipnotici evocano l’oblio cadenzante
dell’attrazione circuente del tuo respiro
sulla carne della mia anima.

Micol