mercoledì 9 luglio 2014

La maledizione delle Gorgoni




C'è bisogno di un colpo di genio o un colpo di culo
non si chiede più alla fortuna che come una puttana
va con tutti e chiude le gambe davanti a questo postribolo
di ignavi accidiosi e fa la ritrosa.
Ci vorrebbe un'idea
una grande - bella - idea
di quelle che fan saltare dalla poltrona consunta
dall'illuminarsi fulgido sulla scena del possibile.
Ci dovrebbe essere un fine alla sopportazione
invece tutta questa pazienza parcheggia esistenza
noi comparse del teatro dell'assurdo
guardiamo le foglie cadere delle stagioni aspettando Godot

... e poi ci sarebbe bisogno di un abbraccio ideale
fra persone naufraghe, un pò di affetto per questa sorte
condivisa di profughi imbarcati sopra un vascello divenuto fantasma,
ci vorrebbe un buon motivo per passarsi il remo e collaborare
in quest'assurda traversata che non porta in nessun attracco
solo un navigare confuso di bussole impazzite e vele ammainate.
Il tempo sta per scadere e la deriva è stata una scelta premeditata
dall'inedia e la tracotanza, impietriti dallo sguardo delle Gorgoni,
senza rimedio e salvezza o forse quella salvezza sta proprio
in quel colpo di genio.

Daniela Sulas (Micol)

dedicata ai compagni* di questo assurdo viaggio.
(chi ha coscienza comprenderà!)
(*) paradosso



venerdì 14 settembre 2012

IMMAGINA IL GESTO, IL SALUTO FRESCO




Immagina il gesto,
il saluto fresco di bucato
sopra i nostri vestiti.
Immagina lo sguardo
intenso e commosso,
la lacrima timida.
Immagina il labbro inferiore
succoso frutto da mordere
che si offre ai tuoi denti
ed ancora immagina
unire il bottone del ritorno
all'asola dell'attesa
e cadere storditi
tra le braccia ed il sole
della paglia e del fieno.

Micol